Todas las entradas en ecommerce

La spesa media online per persona cresce del 20% durante il Black Friday

AOV e prodotti per ordine Black Friday

Con Blueknow, durante il passato Black Friday, abbiamo realizzato uno studio sulle vendite online, e abbiamo raggiunto una conclusione sorprendente.
Lo studio è consistito nell’analizzare il valore medio dell’ordine di acquisto (AOV in inglese) dei consumatori durante il passato Black Friday rispetto allo stesso periodo della settimana precedente.
Ricordiamo che il Black Friday è un periodo promozionale per il commercio e una tradizione americana che si sta adottando sempre di più in Spagna. Durante questo periodo i consumatori possono realizzare le loro compere con grandi sconti per questo ci si dovrebbe aspettare che l’AOV sia significativamente minore in comparazione agli altri periodi dell’anno. La realtà e la statistica dimostrano tutto il contrario!

L’AOV durante il Black Friday è stato di un 20% maggiore che l’AOV nella settimana precedente per lo stesso e-commerce, mentre il numero di prodotti per richiesta si è mantenuto praticamente stabile, con un accrescimento solo del 3%. Quindi, il consumatore termina comprando un numero simile di prodotti, però spendendo di più! La domanda a cui non rispondono le statistiche è: i consumatori hanno una maggiore predisposizione a comprare prodotti di una gamma più alta e pagare di più per questi durante un periodo promozionale? o si tratta di una complessa strategia di prezzi stabilita dagli e-commerce per confondere il consumatore e fargli spendere di più?

D’altra parte, si rilevano due settori aventi un comportamento distaccato dalla media. Si tratta del settore sportivo e il settore di arredamento e decorazione della casa. Nel caso del settore sportivo, l’AOV è cresciuto di un 133% durante il Black Friday, mentre nel settore di arredamento e decorazione della casa si è verificata una diminuzione del 26% dell’AOV. In entrambi i casi, e ugualmente alla media degli e-commerce analizzati, il numero di prodotti per richiesta si è mantenuto stabile.

Vendite online per ora Black Friday

Infine, come dato curioso, il maggiore picco di vendita online durante il Black Friday si è prodotto tra le 10 e le 11 di venerdì 27, in questa ora si è registrato l’8.5% delle vendite totali realizzate in questo giorno. Considerando che venerdì 27 è stato un giorno lavorativo, come può essere che tutte queste persone stavano acquistando quando si suppone che dovrebbero star lavorando?

 

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com

Pagina di Ricerca: come ottimizzarla per incrementare le vendite.

Pagina de busqueda y ventasColoro che si dedicano all’eCommerce sanno che una delle risorse più utili per qualsiasi negozio online è la sua pagina di ricerca. Tuttavia, nella maggior parte dei casi questa pagina non adempie le sue funzioni in modo adeguato, in quanto non fornisce al cliente risultati o raccomandazioni che esso si attendeva. Al contrario, la corretta ottimizzazione della pagina di ricerca può generare, non solo clienti soddisfatti, ma anche aumentare il tasso di conversione, come spiegato nei suggerimenti seguenti.

-Un primo passo è quello di guidare il cliente nel momento di scegliere le parole della ricerca. Di solito, i formati dei negozi virtuali offrono uno schema molto basico, limitato alla parola “cerca” o ad una piccola immagine di una lente d’ingrandimento accanto allo spazio dove il cliente dovrà scrivere. Per far si che il cliente riceva un’offerta personalizzata (il che renderebbe la ricerca più facile e la conversione più elevata) sarebbe utile l’opzione di completamento automatico utilizzando frasi come “cosa volevi dire?” o “prodotti simili”, per citare i più utilizzati.

-La seconda fase del processo di personalizzazione della pagina di ricerca riguarda l’impostazione dei filtri. In questo modo, il visitatore ha la capacità di mettere a fuoco la sua ricerca di prodotti, non solo in base al generico nome, ma anche riferita ad una particolare marca, dimensione, fascia di prezzo, colore, o commenti da acquirenti precedenti. In questo modo, i clienti saranno in grado di trovare esattamente quello che stavano cercando ed acquistarlo immediatamente.

-L’ottimizzazione della pagina di ricerca, deve avere, allo stesso tempo, il modo di presentare i risultati. È fondamentale che i più rilevanti vengano mostrati nella prima linea – in modo da essere immediatamente visti dai visitatori – e che, a sua volta, corrispondano ai gusti e desideri precedentemente espressi dal singolo consumatore, secondo le ricerche e pagine visitate in precedenza. Per fare ciò esistono programmi o funzioni che permettono all’amministratore della pagina web di identificare i desideri e gusti di ogni consumatore che visita il sito.

-Infine, è necessario che il risultato della ricerca contenga i link che consentiranno al cliente di cliccare uno qualsiasi dei prodotti offerti, offrendo la possibilità di vedere in dettaglio le sue caratteristiche (tramite una finestra pop-up ad esempio) o per inserirlo al carrello d’acquisto. Se, tuttavia, il cliente deve andare alla pagina di prodotto per realizzare queste azioni, la conversione si complica.

In conclusione, l’ottimizzazione di una pagina di ricerca per un negozio online significa renderlo più efficiente, fattore che si ottiene facilitando la ricerca al cliente, offrendogli la possibilità di acquistare direttamente attraverso essa.

Incrementa le tue vendite!

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 269 67 07

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Quali parole vendono di più?

Palabras en MarketingLe parole sono uno degli strumenti più poderosi che i venditori possiedono per attrarre nuovi visitatori e, dove possibile, convertirli in clienti dal momento in cui entrano in contatto con il prodotto, la marca o il negozio. Queste parole non possono essere utilizzate in modo casuale, in quanto la forma che si utilizza per costruire una frase e sviluppare un messaggio può avere un effetto benefico, come anche drammatico, sulla conversione di un eCommerce.

Per questo motivo, di seguito vengono presentati alcuni consigli che miglioreranno le vendite, creando una personalizzazione del negozio online attraverso l’utilizzo delle parole:

1. Generare positività nel compratore: La parola “problema” assume una connotazione negativa e potrebbe dare la sensazione di difficoltà. Per evitare che questo venga alla mente del visitatore, è possibile sostituire questa parola con altre più positive. E quindi, nel momento di dire “si è incontrato un problema”, è meglio usare la frase “si è incontrata l’opportunità di migliorare il suo funzionamento”. I problemi nel processo di vendita sorgono, ma questo non significa che bisogna esserci la necessità di riconoscerli come tali.

2.Mostrarsi al venditore come un professionista competente: La maggior parte degli esperti di vendita consigliano di utilizzare la parola “fare” invece della parola “provare”. In questo modo, quando si vorrebbe dire “si dovrebbe provare” sarebbe meglio usare “quello che si deve fare è”. Questo renderà il venditore agli occhi del consumatore come una persona affidabile, con esperienza in materia, il quale aumenterà la fiducia dei clienti.

3. Creare temi di interesse per il cliente: Ricordate che non è educato parlare di se stessi al cliente, in quanto questi si preoccupa principalmente di quello che è il prodotto di loro interesse , le sue caratteristiche e, naturalmente, come questo più aiutarli a raggiungere i loro obiettivi. Ancora un volta non si tratta dell’impresa e delle sue aspettative, si tratta di loro, i clienti. Ogni volta che si deve fare un discorso, invece di parlare di eCommerce, dobbiamo trovare un modo per cambiare argomento e parlare di ciò che i clienti si aspettano usando parole come “suo”, “tuo” “tu”.

4. Evocare un approccio e linguaggio sensoriale: Per raggiungere questo obiettivo è necessario pensare a come le parole possano essere destinate ad un elemento visuale, uditivo o tattile in modo da catturare l’attenzione del cliente sotto uno di questi aspetti sensoriali. Le parole che possono generare questa sensazione possono essere: vedere, mostrare, affrontare, ascoltare, ecc.

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 269 67 07

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Fonte Immagine: Questa immagine è un’opera derivata da Servicio al Cliente di RaHuL Rodriguez, disponibile sotto la Licenza di Attribuzione “Sharealike” No-Comercial.

Marketing Digitale: Previsioni per il 2015.

124783-predicciones-de-marketing-digital-para-el-2015-1420174859

I fondamenti del marketing sempre saranno gli stessi o quasi. Tuttavia, con la tecnologia digitale che accresce in maniera esponenziale, bisogna avere sempre un occhio attento e vigile alle nuove tendenze digitali, cercando di anticipare i prossimi grandi cambiamenti del marketing digitale. Altrimenti si correrebbe il rischio di essere divorati da altri ecommerce concorrenti. Per questo motivo, verranno presentate in seguito le previsioni di quelle che potrebbero essere alcune delle novità più interessanti di questo nuovo anno, e con le quali poter sviluppare una strategia innovativa per la creazione od il rinnovo di un negozio online esistente.

  1. La commercializzazione sposterà il suo focus dalla globalizzazione alla personalizzazione: Oggigiorno, il mondo è sempre connesso grazie alla tecnologia, motivo per cui il marketing è sempre più regionalizzato e localizzato, come anche più individualizzato. Questo fattore si rifà essenzialmente alla necessità di dover adattare gli strumenti di marketing aziendali con quelle che sono le caratteristiche del consumatore. Il marketing digitale sta trasformando il modo di pensare e la gestione della marca globalmente. Per questo motivo, le imprese dovranno decentralizzare la loro struttura e aumentare l’influenza regionale e locale.
  2. Il marketing digitale avrà un’importanza sempre crescente nelle comunicazioni interne: Le società si concentreranno sulla comunicazione interna; vista come opportunità di creare un cultura aziendale condivisa, assicurando che dipendenti e fornitori comprendano e vivano il marchio, così come la visione e strategia societaria.
  3. La transparenza rappresenterà lo strumento più importante del fare marketing: I consumatori continueranno accrescendo il loro potere ed influenza, e l’anno che viene non farà differenza. Considerato ciò, le marche vincenti non saranno quelle con la storia migliore, ma quelle che saranno in grado di dare un’immagine precisa e reale di quello che si sta facendo per soddisfare i consumatori in qualsiasi momento. L’idea della transparenza radicale è qualcosa che poche aziende hanno capitalizzato nel tempo, e anche la maggior parte di coloro che l’hanno fatto hanno avuto e avranno la possibilità di accrescere la conoscenza, e soprattutto la fiducia, da parte del consumatore.
  4. Contribuire allo sviluppo di tecnici di marketing: Troppe aziende pensano in termini di marketing digitale ma, al contrario, dovrebbero pensare in termini di marketing in un mondo digitale. I migliori venditori nel mondo digitale saranno gli esperti di marketing, persone con DNA digitale e perspicacia tecnologica. Questi si integreranno perfettamente nei gruppi di commercializzazione e giocheranno un ruolo importante nello sviluppo delle strategie di marketing per la conversione dei nuovi negozi di elettronica.

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 269 67 07

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Fonte Immagine: Questa immagine è un’opera derivata da Dispositivos Móviles di RaHuL Rodriguez, disponibile sotto la Licenza di Attribuzione “Sharealike” No-Comercial al https://www.flickr.com/photos/rahulrodriguez/15551589683/

Email da mobile: Come migliorare la conversione eCommerce conoscendone le abitudini

96655-mejora-la-conversin-de-un-ecommerce-conociendo-los-hbitos-del-correo-electrnico-mvil-1402390718L’Europa raggiungerà i 191 Miliardi di euro di fatturato eCommerce nel 2017, secondo quando presentato da un studio Forrester riguardante 17 Paesi del Continente. Questa cifra, decisamente superiore a quella attuale, non fa altro che dimostrare la forte crescita sperimentata da questo tipo di commercio.

Come è ben noto, l’eCommerce è influenzato, anche, dal crescente utilizzo dei dispositivi mobili per questo tipo di acquisti, cosí come l’utilizzo degli smartphones per l’apertura delle email. Per questo motivo è necessario conoscere le abitudini degli utilizzatori delle email da mobile per valutare come migliorare il ratio della loro conversione. Cosí, questo articolo presenterà alcune delle caratteristiche più significative di questo tipo di consumatori:

1. Gli utenti che visualizzano una campagna di email marketing dal loro cellulare sono più propensi a consultare il messaggio una seconda volta. Infatti, come riportato da KISSmetrics, l’8% delle persone che hanno aperto una email sul mobile cliccano immediatamente, mentre il 23% la riapre successivamente.

2. Una volta aperta la posta elettronica sullo smartphone, se l’utente decide di aprirla una seconda volta sul PC, sarà più propenso a cliccare sull’email. Secondo lo stesso studio KISSmetrics, 12,9% che effettuano questa operazione fanno clic sulla campagna, contro un 7,8% di coloro che hanno riaperto la posta su un altro dispositivo mobile.

3. Anche il tipo di dispositivo che si utilizza influenza il comportamento del cliente. In questo modo, un utilizzatore di iPhone ha maggiori possibilità di ritornare ad aprire l’email più di un utente iPad o Android. Per questo motivo, bisognerà tenere in conto la personalizzazione della campagna di email marketing, in quanto le differenti caratteristiche e condizioni del potenziale cliente modificheranno il suo comportamento di acquisto. Per evitare questo ed altri errori che rischierebbero di rovinare la tua campagna di email marketing guarda questo articolo: 5 Fattori che rovinano una campagna di e-mail marketing.

4. Altra caratteristica peculiare è che gli utilizzatori di iPad sono meno propensi ad aprire le email in un PC piuttosto che nello stesso dispositivo. Solamente un 14% apre la posta elettronica anche in un PC. Questo rapporto è, poi, minore rispetto agli usuari di iPhone che si spostano ad una “scrivania” (56%) o rispetto a coloro che utilizzano Android.

5. Tra tutti i messaggi di posta elettronica analizzati da KISSmetrics, solo il 12% ha utilizzato il sistema operativo Android. Tuttavia, questi numeri non possono essere del tutto veritieri, dal momento che i dispositivi Apple, a differenza di quelli Android, caricano automaticamente, e per difetto, le immagini, che vengono registrate come un’apertura, cosa che non sempre può essere reale.

Infine, la principale conclusione che si può ricavare, è che le aziende non possono ignorare i dispositivi mobili nel pianificare e definire le loro campagne di email marketing, in quanto le loro diverse caratteristiche influenzaranno il comportamento dell’utente.

Grazie agli strumenti di personalizzazione che offriamo in Blueknow è possibile migliorare il tasso di conversione, aumentare l’ AOV (valore medio di acquisto) e generare un maggior numero di vendite. Il nostro SaaS (Software as a Service) trasforma un prodotto complesso in qualcosa di semplice, realizzabile da chiunque. Con risultati riscontrabili in pochi giorni.

Se ti interessa migliorare la conversione del tuo sito contattaci a contact@blueknow.com o al 93 269 67 07

Federico C. Suberbordes

Blueknow

Personalizziamo l’esperienza di acquisto

Fonte Immagine: Questa immagine è un’opera derivata da Portatil-tablet-smartphone di miniyo73, disponibile sotto la Licenza di Attribuzione “Sharealike” al http://www.flickr.com/photos/miniyo73/8371683905/